brancusi sotto gli archi

2021

Vettoriale, cm 100x68, 400 dpi

06 brancusi sotto gli archi.jpg

il quadro

Alcune delle vie più antiche e caratteristiche di Navelli sono completamente coperte dagli archi, che servivano sia a riparare dalla pioggia e dal freddo, sia a collegare una casa con l’altra, man mano che le famiglie crescevano, si intrecciavano e si trasformavano con nascite, morti, matrimoni. Gli archi hanno una forte impronta rinascimentale, anche se persistono alcuni archi ogivali. Queste vie sono state abbandonate per la forte emigrazione del secolo scorso e per la tendenza degli abitanti a discendere in pianura lasciando gli scomodi saliscendi delle scalinate. Io ho immaginato di ripopolarle con le statue di Konstantin Brancusi, che mi sono sempre piaciute per l’estrema pulizia e semplificazione delle forme, e per la levigatezza della materia che contrasta con le superfici grezze dei muri calcarei.

i particolari

I due uccelli mostrano il processo di estrema semplificazione e stilizzazione di Brancusi. A sinistra, "Maiassa" è un uccello della mitologia rumena. che canta in onore degli eroi. A destra, "Uccello nello spazio". In questa scultura la sintesi è tale che, quando venne spedito negli Stati Uniti per una mostra, il funzionario doganale lo classificò come utensile da cucina e non gli applicò l'esenzione fiscale prevista per le opere d'arte.

maiassa e uccello.jpg

"Il bacio" è la seconda di una serie di 40 sculture simili, realizzate dal 1905 al 1910, e fa parte del monumento funebre di una ragazza russa morta suicida nel cimitero di Montparnasse a Parigi.

amanti.jpg

"La musa dormiente" è una fusione in bronzo del 1910 che ritrae una baronessa amica dello scultore.

testa.jpg

La testa de "Il re dei re", scultura in legno del 1938 che risente dell'architettura rumena e delle sculture africane, ma anche della mistica orientale: il titolo originario dell'opera era "lo spirito di Buddha".

legno.jpg

La mirabile sintesi del ritratto della signorina Pogany. Margit Pogany era una pittrice ungherese contemporanea di Brancusi. Della scultura esistono numerose versioni in bronzo, pietra e marmo.

pogany.jpg